Benvenuto, Ospite
Nome utente: Password: Ricordami

ARGOMENTO: IHPVA link

IHPVA link 6 Anni 10 Mesi fa #113

  • DeLorenzi
  • Avatar di DeLorenzi
  • OFFLINE
  • rotelline
  • Messaggi: 2
  • Karma: 0
Scusatemi se non partecipo attivamente alle attività del gruppo e probabilmente è per quello che non conosco il motivo del fatto che l’associazione IHPVA dia come riferimento per l’Italia solo “ Italian Recumbent “ di Cesare Marranghello    che purtroppo non è più aggiornata  da 5 anni   -http://www.ihpva.org/about.htm#Italy .
L’ HPV Italia non fa parte dell’ IHPVA  ?
La diffusione della nostra associazione passa anche dai link delle  altre e dei forum in cui si parla di noi.
De Lorenzi
P.S.  ...... the American IHPVA seized control of the domain name ihpva.org away from the international IHPVA. The IHPVA tried to regain its domain by appealing to the ICANN but was unsuccessful and in 2009 itself renamed to WHPVA.    Scusatemi !
Ultima modifica: 6 Anni 10 Mesi fa da DeLorenzi.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Re:IHPVA link 6 Anni 10 Mesi fa #114

  • paoloB
  • Avatar di paoloB
  • OFFLINE
  • velomobile
  • Messaggi: 157
  • Ringraziamenti ricevuti 3
  • Karma: 0
Ciao Luciano, legittima domanda ma vedo che ti sei risposto da solo. Noi facciamo riferimento alla WHPVA e lì veniamo indicati chiaramente come rappresentativa per l'Italia... non per niente organizziamo il mondiale 2011 :) Avevo tentato un contatto verso tale Cesare Marranghello ma senza ottenere riscontro... d'altronde l'ultimo aggiornamento del suo sito risale al 2005. La storia della separazione IHPVA-WHPVA è ben triste e preferirei non tornarci nuovamente su. Oltretutto è acqua passata sotto il ponte ben prima che noi esistessimo e il tutto si è concluso quando noi iniziavamo appena ad esistere, dunque non vedo ragione di metterci becco. La bella iniziativa della Roll Over America dà oltretutto il segno che ai rapporti "politici" del mondo associativo non corrispondono necessariamente quelli tra i praticanti e gli amatori, almeno nel caso velomobilistico. Forse dietro tutto ci può stare la banale considerazione che il movimento HPV è comunque ancora troppo piccolo (per quanto in crescita) per potersi permettere dei veri "mondiali" (degni di questo appellativo). Molto più senso avrebbero dei campionati continentali ogni anno ed eventuali mondiali ogni 4-5 anni. O no? A presto, ciao
PaoloB
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.
Tempo creazione pagina: 0.169 secondi